Nascita di Venere

¡Lee atentamente y, cuando te sientas listo, intenta hacer los ejercicios al final de la página! Si, por otro lado, quieres el audio de este texto, haz clic aquí. Además, si aún no lo has hecho, síguenos en YouTube, Facebook, Instagram y Twitter para estar siempre informado de todos los nuevos contenidos de italiano que publicamos.

La Nascita di Venere, attualmente conservata nella Galleria degli Uffizi a Firenze, è un dipinto a tempera su tela di Sandro Botticelli, databile al 1482-1485 circa.

Nascita di Venere di Botticelli
Nascita di Venere di Botticelli

L’opera fu realizzata per i Medici, ricca e potente famiglia fiorentina, che non aveva impiegato molto a riconoscere il talento di Botticelli e finanziarne i lavori.

Il dipinto rappresenta la nascita della dea Venere da una conchiglia uscita dal mare. Alla sinistra della dea, Zefiro, dio del vento, trasporta una giovane ragazza, insieme alla quale soffia folate di vento verso la dea della bellezza.

Il vento, soffiato da Zefiro e la giovane ragazza, spinge Venere verso la spiaggia dove una donna (non chiaramente identificata) si accinge a coprire la nuda dea con un mantello.

La Nascita di Venere è da sempre considerata l’idea perfetta di bellezza femminile nell’arte, così come il David è considerato il canone di bellezza maschile. Poiché entrambe le opere sono conservate a Firenze, i fiorentini si vantano di possedere i canoni della bellezza artistica all’interno delle mura cittadine.

 

¡Veamos si has aprendido los contenidos de esto texto! ¡Intenta hacer los ejercicios!

 

Rispondi