SUCCEDERE o ACCADERE? CAPITARE o AVVENIRE? E AVVERARE?

Esistono cinque verbi in italiano che hanno più o meno lo stesso significato, ma si usano in modo diverso e in contesti differenti! Stiamo parlando di: ACCADERE – SUCCEDERE – CAPITARE – AVVENIRE – AVVERARE. Oggi vedremo insieme come si usano, cosa significano e quando si utilizzano!

Facebook logo Instagram logo Twitter logo YouTube logo TikTok Logo Pinterest logo

ACCADERE vs SUCCEDERE vs CAPITARE vs AVVENIRE vs AVVERARE

 

Per iniziare, bisogna chiarire che tutti questi verbi si usano per parlare di fatti ed eventi passati, presenti o futuri. Però, come anticipato, esistono alcune differenze tra questi verbi… Altrimenti, se non ci fossero differenze, non avrebbe senso avere cinque verbi per dire la stessa cosa, no?

Iniziamo!

CAPITARE: significato e uso

Questo verbo si usa per fatti o eventi che si verificano per caso, cioè senza il nostro volere, ma che hanno conseguenze spesso negative. Non devono essere per forza negative, ma diciamo che nel 75% dei casi tendiamo a usare il verbo “capitare” in riferimento a cose negative…

Per esempio:

Poverino Fabio! Ogni anno gli capita una grande sventura! Prima perde il lavoro, poi la moglie, ora anche il figlio!

oppure:

Oggi mi è capitato di svegliarmi molto presto e per la prima volta nella mia vita ho visto l’alba.

 

ATTENZIONE!

Tieni a mente che il verbo CAPITARE è l’unico, tra quelli che vedremo oggi, che può essere coniugato in tutte le persone! Come vedremo a breve, gli altri quattro verbi solo si usano alla terza persona!

Per esempio:

Oggi sono capitata in una brutta strada nella quale mi hanno rubato il portafogli!

 

 

SUCCEDERE: significato e uso

Potremmo dire che questo verbo è quasi un sinonimo di “capitare”, infatti si usa per parlare di qualcosa che avviene in modo casuale, al di fuori della nostra volontà. L’unica differenza rispetto a “capitare” è che SUCCEDERE non lo usiamo più spesso in riferimento a cose negative, ma è sostanzialmente neutro.

Inoltre, lo usiamo spesso quando vediamo, per esempio, che una persona ha qualcosa di strano o quando notiamo qualcosa di insolito e diciamo:

Che cosa è successo? [formale]

oppure

Cosa è successo? [neutro]

oppure

Che è successo? [informale]

 

Per la cronaca, SUCCEDERE ha anche un altro significato! Si usa spesso col significato di “venire dopo”, in riferimento a eventi, cose o persone (in particolare, sovrani).

Per esempio:

Il tuono succede il lampo.

oppure:

Alla morte dell’attuale sovrano gli succederà il suo primogenito.

 

 

ACCADERE: significato e uso

Questo verbo, sebbene abbia lo stesso significato dei due precedenti, è decisamente più formale, dunque non lo sentirai spesso quando si parla tra amici e famigliari.

Per esempio:

Salve, signor avvocato. Vorrei sapere cosa è accaduto durante il processo.

 

Da questo verbo deriva il sostantivo: accaduto, che significa “quello che è successo”, presumendo che l’altro sappia di cosa stiamo parlando.

Per esempio:

Dopo l’accaduto, non esce più di casa.

 

 

Ti piace la maglia che indossa Rocco nel video? O preferisci quella che indossa Graziana? Acquistale nel nostro negozio online: LearnAmo Collection!

 

 

AVVENIRE: significato e uso

Questo verbo, usato principalmente in ambito giornalistico, indica le coordinate spaziali o temporali dell’evento.

Per esempio:

È con grande rammarico che vi segnaliamo che è avvenuto un omicidio a Roma tra le 19 e le 20 di ieri sera.

 

 

AVVERARE: significato e uso

Questo verbo significa letteralmente “diventare vero”, dunque si usa quando qualcosa che si desiderava o si immaginava finalmente si verifica, si traduce in realtà, si concretizza.

Per esempio:

Il mio sogno di insegnare l’italiano si è avverato! (cioè ciò che io desideravo è diventato realtà)

Ricorda: possono avverarsi i sogni, le profezie e le previsioni.

Ripassa anche GUARDARE e simili e ASCOLTARE e simili!

 

Vediamo se hai appreso i contenuti di questa lezione! Prova a fare gli esercizi!

 

6 thoughts to “SUCCEDERE o ACCADERE? CAPITARE o AVVENIRE? E AVVERARE?”

  1. Non avevo mai visto il rapporto di avvenire e avverare con gli atri tre verbi, ma avevo visto e usato anche occorrere e passare.

  2. Oggi è accaduto qualcosa che non potevo immaginare. Cosa è successo? Ho visto il gatto della mia vicina mangiando l’uccello che lei amava. Dopo avverare che l’animale è morto, lei ha detto che comprerà un altro per succedere il primo.

  3. Ieri mi ha capitato di conoscere il nuovo direttore , quello che succederà al Signore Rossi. Cosa è accaduto ? Niente di grave, è andato in pensione. Il mio sogno si è avverato ! era un tipo insoportabile.

Rispondi