SUCCEDERE o ACCADERE? CAPITARE o AVVENIRE? E AVVERARE?

Esistono cinque verbi in italiano che hanno più o meno lo stesso significato, ma si usano in modo diverso e in contesti differenti! Stiamo parlando di: ACCADERE – SUCCEDERE – CAPITARE – AVVENIRE – AVVERARE. Oggi vedremo insieme come si usano, cosa significano e quando si utilizzano!

Ancora non l’hai fatto? Resta aggiornato, seguici su YouTubeFacebookInstagram e Twitter!  ?

ACCADERE vs SUCCEDERE vs CAPITARE vs AVVENIRE vs AVVERARE

 

Per iniziare, bisogna chiarire che tutti questi verbi si usano per parlare di fatti ed eventi passati, presenti o futuri. Però, come anticipato, esistono alcune differenze tra questi verbi… Altrimenti, se non ci fossero differenze, non avrebbe senso avere cinque verbi per dire la stessa cosa, no?

Iniziamo!

CAPITARE: significato e uso

Questo verbo si usa per fatti o eventi che si verificano per caso, cioè senza il nostro volere, ma che hanno conseguenze spesso negative. Non devono essere per forza negative, ma diciamo che nel 75% dei casi tendiamo a usare il verbo “capitare” in riferimento a cose negative…

Per esempio:

Poverino Fabio! Ogni anno gli capita una grande sventura! Prima perde il lavoro, poi la moglie, ora anche il figlio!

oppure:

Oggi mi è capitato di svegliarmi molto presto e per la prima volta nella mia vita ho visto l’alba.

 

ATTENZIONE!

Tieni a mente che il verbo CAPITARE è l’unico, tra quelli che vedremo oggi, che può essere coniugato in tutte le persone! Come vedremo a breve, gli altri quattro verbi solo si usano alla terza persona!

Per esempio:

Oggi sono capitata in una brutta strada nella quale mi hanno rubato il portafogli!

 

 

SUCCEDERE: significato e uso

Potremmo dire che questo verbo è quasi un sinonimo di “capitare”, infatti si usa per parlare di qualcosa che avviene in modo casuale, al di fuori della nostra volontà. L’unica differenza rispetto a “capitare” è che SUCCEDERE non lo usiamo più spesso in riferimento a cose native, ma è sostanzialmente neutro.

Inoltre, lo usiamo spesso quando vediamo, per esempio, che una persona ha qualcosa di strano o quando notiamo qualcosa di insolito e diciamo:

Che cosa è successo? [formale]

oppure

Cosa è successo? [neutro]

oppure

Che è successo? [informale]

 

Per la cronaca, SUCCEDERE ha anche un altro significato! Si usa spesso col significato di “venire dopo”, in riferimento a eventi, cose o persone (in particolare, sovrani).

Per esempio:

Il tuono succede il lampo.

oppure:

Alla morte dell’attuale sovrano gli succederà il suo primogenito.

 

 

ACCADERE: significato e uso

Questo verbo, sebbene abbia lo stesso significato dei due precedenti, è decisamente più formale, dunque non lo sentirai spesso quando si parla tra amici e famigliari.

Per esempio:

Salve, signor avvocato. Vorrei sapere cosa è accaduto durante il processo.

 

Da questo verbo deriva il sostantivo: accaduto, che significa “quello che è successo”, presumendo che l’altro sappia di cosa stiamo parlando.

Per esempio:

Dopo l’accaduto, non esce più di casa.

 

 

Ti piace la maglia che indossa Rocco nel video? O preferisci quella che indossa Graziana? Acquistale nel nostro negozio online: LearnAmo Collection!

 

 

AVVENIRE: significato e uso

Questo verbo, usato principalmente in ambito giornalistico, indica le coordinate spaziali o temporali dell’evento.

Per esempio:

È con grande rammarico che vi segnaliamo che è avvenuto un omicidio a Roma tra le 19 e le 20 di ieri sera.

 

 

AVVERARE: significato e uso

Questo verbo significa letteralmente “diventare vero”, dunque si usa quando qualcosa che si desiderava o si immaginava finalmente si verifica, si traduce in realtà, si concretizza.

Per esempio:

Il mio sogno di insegnare l’italiano si è avverato! (cioè ciò che io desideravo è diventato realtà)

Ricorda: possono avverarsi i sogni, le profezie e le previsioni.

Ripassa anche GUARDARE e simili e ASCOLTARE e simili!

Vediamo se hai appreso i contenuti di questa lezione! Prova a fare gli esercizi!

Quale verbo è più spesso utilizzato in riferimento a cose negative?
Quale tra questi verbi ha anche il significato di "venire dopo"?
Quale tra questi verbi è maggiormente utilizzato in ambito giornalistico?
Quale verbo significa letteralmente "diventare vero"?
Quale tra questi verbi è più formale?
Una persona può ___ un'altra.
Quale verbo indica le coordinate spaziali e temporali dell'evento?
Quale verbo può essere usato con sogni, profezie e previsioni?
Quale tra questi può essere coniugato in tutte le persone?

 

3 thoughts to “SUCCEDERE o ACCADERE? CAPITARE o AVVENIRE? E AVVERARE?”

  1. Oggi è accaduto qualcosa che non potevo immaginare. Cosa è successo? Ho visto il gatto della mia vicina mangiando l’uccello che lei amava. Dopo avverare che l’animale è morto, lei ha detto che comprerà un altro per succedere il primo.

  2. Ieri mi ha capitato di conoscere il nuovo direttore , quello che succederà al Signore Rossi. Cosa è accaduto ? Niente di grave, è andato in pensione. Il mio sogno si è avverato ! era un tipo insoportabile.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.