Preparare la pasta fresca: i CAVATELLI e le ORECCHIETTE

In questo articolo scopriremo insieme come preparare una delle pietanze che più rappresenta la tradizione italiana: la pasta fresca! Più precisamente, vedremo come preparare a mano i cavatelli e le orecchiette, due tipi di pasta molto famosi, soprattutto in Puglia.

Ancora non l’hai fatto? Resta aggiornato, seguici su YouTubeFacebookInstagram e Twitter!

Curiosità e Preparazione dei Cavatelli e delle Orecchiette 

 

Prima di leggere il procedimento per la preparazione, vi proponiamo un piccolo quiz riguardante delle curiosità su questi tipi di pasta fresca. Per conoscere le risposte, guardate il video allegato a questo articolo.

1) La giornata nazionale dei cavatelli è:

A) Il 3 gennaio

B) Non esiste una giornata nazionale dei cavatelli

C) Il 15 luglio

2) Perché si chiamano così?

A) Perché, in origine, venivano mangiati all’interno di una cava

B) Per via della loro forma incavata

C) Perché, in origine, venivano preparati con farina di cavolfiore

3) Qual è l’alimento più tipico, e tradizionale, con cui le orecchiette vengono cucinate a Bari?

A) Le cicorie

B) Le cime di rape

c) I broccoli

4) Qual è il luogo più tipico, a Bari, dove poter acquistare le orecchiette fatte a mano?

A) Per strada

B) Nel primo supermercato nato a Bari

C) In un garage

 

 

Ok, ora iniziamo a fare sul serio:

Ingredienti 

Per tre persone occorrono:

– 300 grammi di semolino

– 150 millilitri di acqua

– farina quanto basta

 

Preparazione dei Cavatelli e/o Orecchiette

– Versare il semolino sul piano da cucina e fare un buco al centro (dare una forma di fontanella)

– Riempire il buco con dell’acqua (ma non tutta)

– Usare un coltello liscio per spostare il semolino nel buco con l’acqua all’interno

– Impastare con le mani e versare l’acqua

– Impastare ancora (usando i pugni)

– Una volta ottenuto un impasto omogeneo, impastare con il palmo della mano

– Dare all’impasto al forma di una palla e poggiarlo su un piano infarinato

– Tagliare dei pezzettini d’impasto (4 o 5)

– Formare dei lunghi rotolini dai pezzi d’impasto (spessi circa 1cm) (assicurarsi che il piano sia sempre infarinato)

– Avvicinare i rotolini ottenuti (metterli allo stesso livello), cospargerli di farina

– Iniziare a tagliare i rotolini per ottenere dei quadratini (1×1 cm)

– Usare il dito medio per dare al quadratino la forma giusta, facendolo strisciare sul piano

(Per fare le orecchiette, bisogna seguire lo stesso procedimento, ma al momento di dare forma ai quadratini di impasto, bisogna usare un coltello per farli strisciare sul piano e prenderli con l’indice, per poi premere con il pollice affinché acquisiscano la tipica “gobbetta”)

– Lasciarli seccare per un paio d’ore

 

Ora non vi resta che cucinare i vostri cavatelli/orecchiette come preferite, magari con dei fagiolini, ricotta dura, sugo di pomodoro e basilico, per poter “assaporare i colori della bandiera italiana”. Se poi volete ancora mettervi alla prova in cucina, potete dare un’occhiata al nostro video su come fare la focaccia barese! Una vera delizia!

One thought to “Preparare la pasta fresca: i CAVATELLI e le ORECCHIETTE”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.