ESPRESSIONI per DESCRIVERE le RELAZIONI INTERPERSONALI

Abbiamo tante relazioni con le persone: il nostro partner, la nostra famiglia, i nostri colleghi, i nostri amici. Spesso, nelle conversazioni, abbiamo bisogno di descrivere il rapporto che abbiamo con queste persone. 

Perciò, in questa lezione vedremo proprio tutte le espressioni italiane utili a descrivere le relazioni interpersonali, siano esse positive o negative.

Parlare delle RELAZIONI con gli ALTRI in italiano

COMINCIARE CON IL PIEDE SBAGLIATO

Iniziare qualcosa (un’attività o una relazione) con una mossa sbagliata o un errore, che può compromettere tutto il percorso, la relazione o il raggiungimento dell’obiettivo finale.

Esempio:

Abbiamo cominciato con il piede sbagliato: ti prego di accettare questi fiori e di metterci una pietra sopra, affinché possiamo ricominciare da zero senza rancori!

INCONTRARSI A METÀ STRADA / VENIRSI INCONTRO

Raggiungere un compromesso in una relazione, trovare un accordo che vada bene per entrambe le parti.

Esempio:

Abbiamo discusso per ore perché le nostre idee erano in contrasto, però alla fine ci siamo incontrati a metà strada e abbiamo trovato una soluzione più o meno soddisfacente.

DARE (QUALCUNO) IN PASTO AI LUPI

Abbandonare qualcuno in una situazione pericolosa, senza alcuna protezione o difesa, con la possibilità di essere attaccato e fare una brutta fine.

Esempio:

Avevate combinato quel casino insieme, ma hai preferito dare in pasto ai lupi soltanto lui, dichiarandoti innocente. Sei un pessimo amico!

FARE COPPIA FISSA

1 – Avere una relazione amorosa stabile con qualcuno. 

2 – Stare sempre insieme a qualcuno (pur non essendo legati sentimentalmente): farsi vedere sempre insieme o passare tanto tempo insieme (due colleghi a lavoro o due persone o in un gruppo di amici).

Esempio:

Marco e Giulia ormai fanno coppia fissa: li vedo sempre insieme! Ma è vero che qualche mese fa non si sopportavano?

METTERSI CON (QUALCUNO)

Iniziare una relazione stabile con qualcuno.

Esempio:

Loredana si è messa con lui perché le piaceva la sua personalità.

ESSERE COME CANE E GATTO

Siccome cane e gatto sono da sempre visti come acerrimi nemici, questa espressione significa essere due persone che sono troppo diverse tra loro, che perciò non vanno per niente d’accordo e litigano continuamente. 

Esempio:

Da piccoli, Luigi e suo fratello erano come cane e gatto e ne hanno combinate di tutti i colori, ma oggi sono inseparabili!

AVERE UNA SPALLA SU CUI PIANGERE

Poter contare su quella persona ogni volta che si ha il bisogno di sfogarsi o di trovare conforto e consolazione in qualcuno. 

Esempio:

Ti senti bene? Puoi raccontarmi cosa ti turba! Lo sai che con me avrai sempre una spalla su cui piangere!

ESSERE IL BASTONE DELLA VECCHIAIA

Questa frase è molto usata dagli anziani che si rivolgono ai più giovani, soprattutto se legati dal vincolo familiare (es. nonni e nipoti). 

Dare sostegno o conforto a un anziano (in genere riferita a una persona più giovane).

Esempio:

Il direttore ha lasciato l’eredità della sua azienda al nipote più piccolo, che è stato il suo bastone della vecchiaia fino alla fine.

CONOSCERE I PROPRI POLLI

Conoscere bene il carattere e le abitudini di una persona (o più persone), tanto da poterne prevedere il comportamento in determinate circostanze.

Solitamente usata tra persone che si conoscono molto bene e hanno un forte legame, poiché implica una conoscenza approfondita del carattere di una persona, e addirittura si può prevederne il comportamento in determinate circostanze. 

Si usa il riferimento del “pollo” perché viene considerato un animale molto semplice, non sofisticato, che agisce in modo piuttosto prevedibile.

Esempio:

È inutile che cerchi di prendermi in giro… Conosco i miei polli! Lo so che sei stato tu a rompere il vaso perché sei sempre distratto!

ALZARE DEI MURI

Creare una barriera di difesa per evitare che qualcuno possa farci male; mostrare indifferenza nei confronti delle altre persone, perché non si desidera avere alcun tipo di relazione interpersonale.

Esempio:

Da quando la sua fidanzata lo ha lasciato, Marco ha alzato dei muri ed è diventato cinico e indifferente.

NON AVERE PELI SULLA LINGUA

Essere sinceri e diretti nei rapporti interpersonali, dire tutto quello che si pensa senza filtri.

Esempio:

Siccome entrambi non abbiamo peli sulla lingua, discutiamo spesso, ma la nostra relazione è basata su fiducia e rispetto. 

AVERE UN DEBOLE PER (QUALCUNO)

Prediligere, preferire qualcuno in particolare in un gruppo di persone. Si usa quando qualcuno è in una posizione più alta rispetto agli altri e tende ad avere una certa preferenza per una o due persone rispetto alle altre del gruppo “sotto di lui”. Per esempio, in una classe a scuola, un professore potrebbe avere un debole per uno studente in particolare. 

Esempio:

A scuola prendevi voti alti in italiano solo perché la professoressa aveva un debole per te! Non dimenticarlo!

AVERE AMICI AI PIANI ALTI / CONOSCENZE

Conoscere gente importante, a cui poter chiedere favori e da cui ricevere benefici. 

Esempio:

Il sindaco riuscirà a evitare il carcere perché ha amici ai piani alti!

PERDERE LA TESTA PER (QUALCUNO)

Entrare in uno stato di confusione mentale a causa di qualcuno, perché quella persona ci piace così tanto che non capiamo più niente e non riusciamo a concentrarci su qualcosa  che non sia lei. È un po’ come dire “innamorarsi”, ma dà enfasi sul fatto che quasi ci si dimentica di tutto il resto. 

Esempio:

Da quando ha perso la testa per quella ragazza, Paolo non esce più con gli amici e ha perso quasi tutti i clienti.

FARE IL GRANDE PASSO

Letteralmente significa “prendere una decisione importante, risolutiva, decisiva”; in senso scherzoso, però, nel contesto delle relazioni, si usa con il significato di “sposarsi”. 

Esempio:

Dicevi sempre che non ti saresti mai sposato… e invece eccoti qui pronto a fare il grande passo! Come si cambia nella vita!

NON ESSERE ALLA PORTATA DI (QUALCUNO)

Non essere “adeguati” a un’altra persona, nel senso che quella persona è irraggiungibile per via di qualche sua caratteristica che la rende più “alta” (troppo bella, troppo ricca, troppo famosa, troppo intelligente…).

Esempio:

Pensavano tutti che l’amministratore delegato non fosse alla sua portata, invece la segretaria è diventata sua moglie.

FARE I PICCIONCINI

Comportarsi come una coppia follemente innamorata. 

Esempio:

Smettetela di fare i piccioncini e dateci una mano! Non siete mica in luna di miele!

ESSERE AI FERRI CORTI

Essere in una situazione di forte e acceso contrasto con qualcuno: la relazione è a un punto di rottura a seguito di una discussione o un litigio che si sono inaspriti tanto.

Esempio:

Roberto e suo fratello sono ai ferri corti da quando hanno litigato per l’eredità.

ESSERE LA RUOTA DI SCORTA

In un gruppo o per una persona, essere tenuti in scarsa considerazione, generalmente ignorati o trascurati; essere qualcuno a cui si ricorre solo in caso di necessità o in mancanza di alternative migliori.

Esempio:

Mi chiami solo quando nessun altro può uscire con te! Sono stanca di essere la tua ruota di scorta. Non possiamo più essere amiche!

COMANDARE A BACCHETTA

Dare ordini e comandi a qualcuno in modo autoritario e dispotico, senza che l’altra persona si lamenti o si ribelli. 

Esempio:

Lorenzo comanda a bacchetta tutti i suoi dipendenti, però nessuno si lamenta perché tutti ricevono uno stipendio adeguato.

ESSERE SULLA STESSA LUNGHEZZA D’ONDA 

Essere in perfetto accordo, condividere pensieri, interessi, sentimenti con un’altra persona.

Esempio:

Io e Angela siamo sempre sulla stessa lunghezza d’onda: per questo siamo amiche da più di 10 anni!

Fai lezioni di italiano con me su italki: clicca qui.

Se queste espressioni ti sono piaciute e desideri adesso scoprire le espressioni italiane più comuni in ufficio, puoi dare un’occhiata alla lezione dedicata proprio a questo argomento.

Rispondi