I 10 monumenti italiani più belli e famosi (da visitare almeno 1 volta nella vita!)

Ah, l’Italia! Il luogo dove bellezza, storia, tradizione, cultura e buon cibo si incontrano e danno vita ad uno dei Paesi più belli del mondo! Un Paese pieno di bellissimi e famosissimi monumenti che ogni anno attirano tantissimi turisti da tutto il mondo. Pensate che nel 2019 l’Italia è stato il quarto Paese più visitato al mondo, con ben 94 milioni di turisti! Se non l’avete ancora visitata, questo articolo è perfetto per voi: vi parlerò dei 10 monumenti più belli e più famosi d’Italia e vi darò sicuramente delle buone idee per pianificare un viaggio nel nostro Paese. Se invece ci siete già stati, leggete l’articolo e fateci sapere quali monumenti avete già visto e quali no.

Ancora non l’hai fatto? Resta aggiornato, seguici su YouTubeFacebookInstagram e Twitter!

I 10 monumenti più famosi d’Italia

 

10. La Galleria degli Uffizi (Firenze)

Al decimo posto abbiamo la Galleria degli Uffizi: si tratta di un bellissimo museo che, nel cuore di Firenze, ospita una raccolta di opere d’arte inestimabili, che derivano direttamente dalle collezioni della grande famiglia dei Medici. L’esposizione comprende opere che vanno dal XII al XVIII secolo, disposte in ordine cronologico all’interno di diverse sale. Proprio qui si trova la migliore collezione al mondo di opere del Rinascimento fiorentino (d’altronde, dove altro poteva trovarsi, se non a Firenze?).

galleria degli uffizi

9. La Fontana di Trevi (Roma)

Al nono posto c’è la Fontana di Trevi: si tratta della più grande fontana di Roma, costruita fra il 1732 e il 1762, alta ben 26 metri, in stile tardo barocco. Al centro della maestosa fontana si trova una scogliera rocciosa, in cima alla quale si colloca la maestosa statua del dio Oceano, dal fisico muscoloso e dallo sguardo fiero ed altezzoso, che viene trainato sul suo cocchio da due cavalli alati, che rappresentano i due momenti del mare: la calma e la burrasca; infatti, il cavallo a sinistra è soprannominato “cavallo agitato”, e quello a destra “cavallo placido”. Ai lati del grande Oceano troviamo le statue della Salubrità e dell’Abbondanza, rispettivamente a sinistra e a destra del dio. Insomma, la Fontana di Trevi è un vero e proprio capolavoro artistico.

Fontana di Trevi

8. I Sassi di Matera (Matera)

All’ottavo posto troviamo i Sassi di Matera: si tratta di due quartieri di Matera in Basilicata, formati da edifici e architetture rupestri scavati nella roccia della Murgia materana, che costituiscono il centro storico della città. L’UNESCO ha dichiarato i Sassi di Matera Patrimonio dell’Umanità nel 1993, e la città di Matera è stata designata Capitale Europea della Cultura per il 2019. La vista sulla città è a dir poco spettacolare: il colore della pietra e la forma irregolare degli edifici rendono questo paesaggio unico al mondo. Se passate per la Basilicata, una tappa a Matera è assolutamente d’obbligo!

7. L’Arena di Verona (Verona)

Al settimo posto c’è l’Arena di Verona, icona della città: si tratta di uno degli anfiteatri antichi giunti fino a noi con il miglior grado di conservazione. L’arena ha pianta ellittica, con una grandezza di circa 75 x 44 metri, ed ha una capienza massima di circa 30.000 persone, anche se oggi, per via del palcoscenico, ne può ospitare “solo” 22.000. Ogni anno è sede di moltissimi festival e spettacoli di cantanti e musicisti internazionali.

6. La Basilica di San Marco (Venezia)

Al sesto posto, ecco la Basilica di San Marco, uno dei simboli della meravigliosa città di Venezia. Anche in questo caso parliamo di un monumento con una storia lunghissima: pensate che la prima Chiesa di San Marco fu costruita proprio in questo luogo nell’832 d.C.: dopo un incendio, però, fu ricostruita nel 978. La Basilica che vediamo oggi risale invece ad una ricostruzione iniziata nel 1063, e fu consacrata nel 1094. Insomma, potete vederlo con i vostri occhi: è un capolavoro architettonico ricchissimo di opere, dalle più piccole alle più grandi, ognuna con la propria storia. Quando andrete a visitare Venezia, non dimenticatevi di visitare la Basilica anche all’interno! Proprio qui, infatti, sono conservate le spoglie di San Marco all’interno di una cripta, e il famoso “Tesoro di San Marco”, una raccolta di ben 283 oggetti preziosi, che si trovano in parte nella Basilica di San Marco (come la bellissima Pala d’oro) e in parte a Palazzo Ducale (collocato proprio accanto alla basilica).

san marco

5. La Reggia di Caserta (Caserta)

Al quinto posto abbiamo la Reggia di Caserta: un maestoso palazzo reale con un grandissimo parco annesso. Si tratta, pensate, della residenza reale più grande al mondo per volume, dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1997. Storicamente, la Reggia apparteneva alla famiglia dei Borbone di Napoli, che nel 1751 la fecero costruire per rivaleggiare in magnificenza e imponenza con la Reggia di Versailles. In stile Barocco italiano, il palazzo fu terminato nel 1845 e comprende ben 1200 stanze e 1742 finestre, per non parlare delle preziose collezioni di dipinti che sono ospitate proprio qui.

L’enorme parco annesso alla Reggia, costellato di bellissime fontane, si estende per ben 3 km di lunghezza e copre una superficie di ben 120 ettari. Insomma, se visitate Napoli dovete assolutamente includere nel vostro itinerario anche una tappa qui, alla Reggia di Caserta. Credetemi, ne varrà la pena!

reggia caserta

4. La Torre di Pisa (Pisa)

Al quarto posto troviamo la Torre di Pisa, uno tra i più iconici simboli della bella Italia. Si tratta di un campanile alto 57 metri, costruito a partire dal 1173, che, come potete vedere dalle fotografie, “pende”: la sua caratteristica pendenza è infatti dovuta ad un cedimento del terreno, che si verificò già nelle prime fasi della costruzione. Pensate, la Torre di Pisa è inclinata di ben 3,97° rispetto all’asse verticale, il che significa che la cima del campanile è spostata di quasi mezzo metro rispetto alla posizione normale. Ad ogni modo, non abbiate paura: si prevede che questi valori rimarranno invariati per almeno altri 300 anni!

torre di pisa

3. Ponte Vecchio (Firenze)

Al terzo posto troviamo Ponte Vecchio: si tratta di uno dei principali simboli della città di Firenze, nonché di uno dei ponti più famosi del mondo. Pensate, fu costruito per la prima volta addirittura tra il 972 e il 974 d.C., venne poi ricostruito nel 1177 e nel 1345, e fu infine restaurato dopo il 1944. D’altronde, si chiama “ponte vecchio” per un buon motivo!

Ponte Vecchio, che attraversa il fiume Arno, è caratterizzato dalla presenza di due file di botteghe artigiane, principalmente di orafi, spesso con retrobottega che sporgono al di fuori del corpo del ponte, sostenuti da “beccatelli”. Se vi capiterà di visitare Firenze, una tappa a Ponte Vecchio è un must: si tratta anche di un bellissimo posto dove scattare fotografie magnifiche!

ponte vecchio

2. Il Duomo di Milano (Milano)

Al secondo posto c’è il Duomo di Milano: simbolo del capoluogo lombardo, il Duomo è situato nell’omonima piazza nel cuore della città. Si tratta della chiesa più grande d’Italia: infatti, la Basilica di San Pietro, che è più grande, si trova nel territorio della Città del Vaticano, indipendente rispetto all’Italia. La chiesa attuale fu costruita a partire dal 1387: i lavori furono guidati dal Duca di Milano Gian Galeazzo Visconti, che propose un progetto ancor più ambizioso rispetto a quello originale. La costruzione della cattedrale continuò per molti secoli, e ancora oggi è oggetto di continui restauri e manutenzioni: proprio per questo, il Duomo di Milano è utilizzato come antonomasia per riferirsi a qualcosa di interminabile, che non ha mai fine.

Indiscusso capolavoro architettonico ed artistico, di stile prevalentemente neoclassico e neogotico, il Duomo di Milano contiene anche un Grande Museo che ospita il Tesoro del Duomo, una ricchissima collezione di opere d’arte di oreficeria e capolavori artistici che testimoniano l’intera storia della cattedrale. Pensate che, ogni anno, visitano il Duomo di Milano più di 6 milioni di persone!

duomo milano

1. Il Colosseo (Roma)

Al primo posto, signore e signori, non poteva che esserci il magnifico Colosseo, uno dei più famosi simboli di Roma e d’Italia. Originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio, il Colosseo è il più grande anfiteatro del mondo, in grado di contenere fino a 87 mila spettatori. Dichiarato Patrimonio dell’umanità già nel 1980 insieme al centro storico di Roma, nel 2007 è stato anche inserito tra le Nuove sette meraviglie del mondo. La sua costruzione fu iniziata dall’imperatore romano Vespasiano nel 71 d.C. e l’edificio fu inaugurato per la prima volta dall’imperatore Tito nell’80 d.C. Le misure del Colosseo sono incredibili: con un perimetro di ben 527 metri e un’altezza di 48,5 metri, l’imponenza della struttura è indiscutibile. Se siete stati a Roma lo ricorderete sicuramente benissimo! Il nome “Colosseo” si diffuse solo a partire dal Medioevo, e deriva dalla parola latina “colosseum”, ovvero “colossale”, “enorme”, “imponente”, riferito proprio alla magnificenza dell’anfiteatro.

Anticamente era usato per gli spettacoli dei gladiatori e per altre manifestazioni pubbliche, come ad esempio le rappresentazioni teatrali basate sulla mitologia classica. Nel 2018 il Colosseo, il Foro Romano e il colle Palatino hanno ottenuto in totale più di 7 milioni di visitatori da tutto il mondo.

colosseo roma

 

Insomma, che dire, se state pianificando un viaggio in Italia avete soltanto l’imbarazzo della scelta! Questi, secondo noi, sono i monumenti che bisogna assolutamente visitare almeno una volta nella vita, ma l’Italia è piena di meraviglie tutte da scoprire, perciò la lista è potenzialmente infinita! A tal proposito, vi consigliamo di guardare il nostro video sulle località italiane che nessuno conosce.

Avete già visitato l’Italia? Se sì, quali monumenti e quali città avete visto? Se no, quali vi piacerebbe vedere? Oltre a questi 10 che vi abbiamo presentato, quali altri monumenti avete visto o vi piacerebbe vedere? Fateci sapere qui sotto nei commenti!

2 thoughts to “I 10 monumenti italiani più belli e famosi (da visitare almeno 1 volta nella vita!)”

  1. Ciao, io ho già visto alcuni di questi monumenti: il Duomo di Milano più volte, il Colosseo di Roma due volte, il Ponte Vecchio di Firenze 2 volte, la Fontana di Trevi a Roma 2 volte e la Galleria degli Uffizi di Firenze una volta all’esterno ed una all’interno, poiché l’arte italiana mi piace moltissimo. L’Arena di Verona così come la Basilica di San Marco a Venezia le ho viste ma in epoche molto lontane da quella attuale e non nascondo di volerci ritornare per visitare sia Venezia sia Verona come piace a me. Invece La Torre Pendente di Pisa, La Reggia di Caserta ed i Sassi di Matera non li ho mai visti. In compenso ho visto la Piazza del Campo di Siena che è stupenda anche come città da visitare, non solo per il Palio che si corre il 2 luglio ed il 16 agosto, ma anche per la bellezza di tutta la città di Siena e ho visto anche Arezzo: di sfuggita o “mordi e fuggi” come si dice in questi casi, ma non mi è piaciuta molto….. Mantova l’ho visitata centinaia di volte e Palazzo Ducale, Palazzo Tè, Piazza delle Erbe sono assolutamente raccomandate da chi le ha viste bene e poi la zona gode di ottima fama per le sue eccellenze gastronomiche: tutto fatto in casa, a mano, poco o nulla di industriale: una visita la merita tutta!!

Rispondi