Frasi che fanno ARRABBIARE gli italiani (non usatele mai!)

In questo articolo scopriremo quali sono le frasi che sarebbe meglio non dire agli italiani se non si vuole stuzzicare la loro rabbia! Come molti ben sanno, gli italiani tendono ad accentuare ed enfatizzare tutte le loro emozioni… Ma, onde evitare spiacevoli esperienze, qui di seguito troverete le frasi da evitare per scampare alla loro ira!

Ancora non l’hai fatto? Resta aggiornato, seguici su YouTubeFacebookInstagram e Twitter!

11 Frasi da evitare in presenza di italiani!

Iniziamo con il temutissimo:

1 – Vabbè…

Questa risposta fa innervosire parecchio qualsiasi italiano… Perché? Dovete sapere che questa esclamazione ha due diversi significati e usi:

A) Il primo significato è quello di esclamazione conclusiva, usata per chiudere un discorso quando si vuole esprimere fretta, impazienza, irritazione, o quando vogliamo sottolineare che non ci importa quello che è stato appena detto.

Per esempio: un amico sta per fare qualcosa di stupido, noi cerchiamo di fargli capire che sbaglia e gli diamo buoni consigli, lui sembra volerli ignorare, allora possiamo dirgli “Vabbè, fai come ti pare” = “non mi importa, io ho provato a farti capire che non è una buona idea e che stai sbagliando, ma se non mi ascolti devi accettarne le conseguenze”.

Oppure, se qualcuno si dilunga troppo in una spiegazione o una descrizione, possiamo dirgli, in modo abbastanza maleducato, “Vabbè, arriva al dunque”, cioè gli mettiamo fretta affinché possa arrivare alla parte importante della questione.

B) Il secondo significato, invece, è quello di esclamazione di rassegnazione, che esprime una concessione o un’ammissione, di solito accordate a malincuore, cioè senza volerlo veramente.

Per esempio, immaginate che fuori ci sia la neve, che il vostro camino sia acceso e che abbiate già pianificato la vostra serata, fatta di cibo a domicilio, un buon calice di vino e una serie TV, ma ricevete una chiamata da un’amica: “Andiamo al cinema?”. Voi non volete proprio uscire con quel freddo, ma sapete che è una buona amica, che vi ha fatto tanti favori, quindi accettate, ma senza entusiasmo “Vabbè, ma quando finisce il film torniamo subito a casa!”.

2 – Decidi tu!

Ammettiamolo! A tutti gli italiani (e non solo) piace prendere le decisioni e fare quello che si vuole, ma quando ci viene detto apertamente, paradossalmente, ci dà fastidio, ci irrita.

Come mai? Perché ci sembra che quella persona che ci sta di fronte stia mostrando indifferenza, scarso interesse e entusiasmo nei nostri confronti o di quello che vorremmo fare.

Esempio:

G: “In quale ristorante andiamo?”

R: “Ah boh! Decidi tu!

G: “Che entusiasmo…”

3 – Fai come vuoi! / fai come ti pare!

Queste due espressioni sembrano dire una cosa, ma, in realtà, di solito si usano per indicare l’esatto opposto! Ed è proprio questo a irritare la gente: sapere che queste risposte implicano che non si potrà davvero fare quello che si vuole, senza che ci siano possibili ripercussioni.

È importante cercare  di instaurare sempre un dialogo e una comunicazione costruttiva evitando di infastidire le persone!

Esempio:

R: “Oh mi è arrivato un messaggio, un secondo!”

G: “Proprio adesso devi rispondere?”

R: “Ah, è Jessica… più tardi faccio un salto a casa sua per aiutarla con una traduzione in inglese… ti dispiace?”

G: “Fai come ti pare!

4 – Ti devo parlare

Questa frase ha la straordinaria capacità di fare arrabbiare o terrorizzare immediatamente la persona a cui lo dite perché tutti gli italiani sanno che un discorso che inizia così non porta mai a nulla di buono.

Ti devo parlare “ è una di quelle frasi che nessuno vorrebbe mai sentirsi dire, soprattutto dal proprio partner, da amici o da una persona a cui si tiene.

Infatti, questa frase preannuncia spesso una lite o una brutta notizia… Nella maggior parte dei casi, rappresenta l’inizio di un discorso che potrebbe mettere fine a una relazione. Il solo sentirla mette in allerta l’altra persona e la porta ad affrontare il discorso che verrà con un atteggiamento negativo.

Pertanto, se avete bisogno di dire qualcosa di brutto a qualcuno, ditelo e basta senza utilizzare il famigerato preavviso: “Ti devo parlare!”.

5 – Ho da fare

Penso che questa frase dia fastidio non solo agli italiani, ma a chiunque!

Immaginate che abbiate bisogno di un favore, lo chiedete a qualcuno e cosa vi risponde? “Ho da fare

Senza girarci intorno, quella persona vi sta dicendo, in modo anche abbastanza sgarbato, che non ha tempo da dedicare a voi perché ha molti altri impegni e cose a cui pensare.

Il che va benissimo, ovviamente, ma ci sono tanti modi più gentili per dirlo, come:

  • “Mi dispiace, al momento non posso, ma dimmi cosa ti serve e cercherò di aiutarti non appena mi sarà possibile!”
  • “Ti aiuterò volentieri, ma non nell’immediato, perché c’è qualcos’altro che dovrei fare prima”

E tante altre frasi simili, sicuramente più cortesi!

6 – Italia: mafia, spaghetti e mandolino

Questa è una di quelle frasi che vengono rivolte più spesso agli italiani dagli stranieri in tutto il mondo! Ed è anche una delle più odiate (o azzarderei a dire che è proprio la più odiata!).

Il motivo è semplice: sono degli stereotipi, ossia delle idee generalizzate sugli altri Paesi, sulle loro abitudini, le loro tradizioni, costumi e comportamenti, idee che non vengono chiaramente da una conoscenza personale – più o meno approfondita che sia – ma che vengono semplicemente da fuori, da notizie, giudizi generici, chiacchiere, film, televisione…

E’ sempre bene ricordare che non si può fare di tutta l’erba un fascio, riassumendo in 3 parole un intero Paese di 60 milioni di abitanti!

Non si può negare l’esistenza della mafia, ma ciò non significa che tutti gli italiani siano mafiosi! Così come non è vero che tutti mangiamo pasta, spaghetti e pizza dalla mattina alla sera. E il mandolino poi… io non l’ho mai visto!

Quindi, se non sapete cosa dire quando incontrate un italiano, fate una piccola ricerca su Google e aggiungete di tanto in tanto parole nuove, come Michelangelo, Leonardo, Montalbano, Chianti, Sanremo…la lista è lunga e sicuramente così non farete arrabbiare nessuno!

7 – Non sei tu, sono io

Anche questa frase è spesso associata alle relazioni amorose.

Se a pronunciare questa frase è il nostro partner, senz’altro ci farà  imbestialire!

In pratica sta rompendo con noi e noi non possiamo fare proprio un bel niente! Perché?

Perché “non è colpa nostra”, è colpa “sua” e non c’è nulla da fare, perché non vuole cambiare o ci ha già provato, ma senza successo.

Insomma, neanche la persona che lo dice pensa davvero che sia colpa sua, ma usa questa frase come maschera per uscirne comunque con una buona reputazione:la reputazione di quella persona che riconosce i propri errori, che sa di non meritarvi o che siete troppo per lei e tante altre belle scuse.

Come in tutte le situazioni, è sempre meglio dire la verità, che non volete più stare con quella persona, che vi piace un’altra o che la relazione non funziona più come prima.

Ma è meglio dire la verità e beccarsi qualche insulto, piuttosto che fare arrabbiare sul serio quella persona con questa frase!

8 – Ti faccio sapere

Nulla è più fastidioso di un “Ti faccio sapere” quando chiediamo qualcosa a qualcuno.

È risaputo che nella maggior parte dei casi questo è un modo vigliacco e indiretto per dire “no”!

Quindi, in pratica, “Ti faccio sapere” dà molto fastidio in quanto è usato solo per lasciarsi una via di fuga in quel momento o, magari, un riparo da future seccature.

Si fa una “promessa” per accontentare l’altra persona e per non apparire indifferenti.

Potrebbe sembrare scontato, ma cercate sempre di scegliere la via coraggiosa: dire che non volete o magari davvero non potete fare quello che vi è stato chiesto!

9 – Calmati

Se una persona è arrabbiata, non ditele assolutamente “Calmati”! Altrimenti… si arrabbierà ancora di più!

Quando una persona è davvero furiosa, le emozioni prendono il sopravvento e non riesce ad “accedere” alla parte razionale del cervello.

Se cercate di usare la ragione, invitandola a “mantenere la calma” o “essere ragionevole”, rischiate che le vostre parole cadano nel vuoto o, peggio ancora, che alimentino ancora di più l’ira.

Se proprio volete aiutarla a calmarsi, trovate altre strategie:

  • Cercate di capire cosa è successo, e se è colpa vostra assumetevi le responsabilità
  • Mantenetevi sempre tranquilli e disposti al dialogo
  • Non giudicate, non date ordini, non alzate la voce
  • Offrite aiuto o possibili soluzioni

Ma evitate a tutti i costi di dire “Calmati!”

10 – Non mi va di parlarne

Questa probabilmente non fa arrabbiare così tanto, anche se comunque dipende dalle circostanze e dal rapporto che si ha con la persona a cui viene detto.

In ogni caso, tranne se è successo qualcosa di veramente serio e grave (in quel caso sarebbe perdonabile), è comunque poco garbata come risposta e mette fine alla conversazione, magari quando l’altra persona sta solo cercando di aiutarvi e di interessarsi al vostro problema.

Forse, per risultare più educati, sarebbe meglio dire cose come “Ti racconterò tutto quando mi sentirò pronto/a” oppure “Ti ringrazio per l’interessamento, ma ancora non mi sento a mio agio a parlarne con qualcuno”.

11 – Qualsiasi frase offensiva o sarcastica rivolta a un membro della propria famiglia

La famiglia è importante per tutti, ma per gli italiani è proprio un valore super sacro!

Noi italiani amiamo la mamma, il papà, i fratelli, le sorelle e i parenti tutti. Per questo proprio non tolleriamo che qualcuno si diverta a prenderli in giro!

Non è neanche così elegante prendersela con qualcuno che non è presente e che non può rispondere: al massimo, fatelo con i presenti e in maniera sempre appropriata, senza esagerare!

A questo proposito, vi consigliamo di guardare il nostro video sulle migliori risposte sarcastiche da usare con la gente stupida e arrogante!

Prima di andarvene, fateci sapere nei commenti se vi è mai capitato di fare arrabbiare o irritare qualcuno per colpa di una di queste 11 frasi!

Rispondi