Skip to main content

Congiuntivo presente e passato (verbi irregolari, modali, ausiliari)

Scopri come formare il temuto congiuntivo italiano! In questa video-lezione ci concentriamo soprattutto sulla morfologia del congiuntivo presente e imperfetto, non dimenticando, ovviamente, di analizzare i verbi irregolari, le varie coniugazioni, desinenze, ecc…

Ancora non l’hai fatto? Resta aggiornato, seguici su YouTube, Facebook, Instagram e Twitter!  🙂

IL CONGIUNTIVO ITALIANO

Il congiuntivo è il modo verbale della soggettività: permette di esprimere opinioni, dubbi, stati d’animo, desideri e tutto ciò che riguarda il mondo interiore.

In italiano, esso ha 4 tempi: presente, passato, imperfetto e trapassato. 

IL CONGIUNTIVO PRESENTE

Prima di tutto, vediamo il presente congiuntivo dei verbi “essere” e “avere“, fondamentali anche perché fungono da ausiliari per formare i tempi composti di tutti gli altri verbi.

ESSERE AVERE
Che io sia

Che tu sia

Che lui/lei sia

Che noi siamo

Che voi siate

Che loro siano

Che io abbia

Che tu abbia

Che lui/lei abbia

Che noi abbiamo

Che voi abbiate

Che loro abbiano

Esempi:

Penso che siate molto intelligenti.

Penso che tu abbia una casa splendida.

 

N.B. Al presente congiuntivo:

  • si tende (come per gli altri tempi del congiuntivo) ad imparare i verbi con il “che” davanti alle persone per facilitarne il riconoscimento / l’uso (perché nella maggior parte dei casi il congiuntivo è introdotto da “che”)
  • il verbo delle tre persone singolari è uguale (perciò abbiamo bisogno di esplicitare il pronome personale soggetto per evitare equivoci)
  • il verbo della prima persona plurale è uguale a quello della prima persona plurale del presente indicativo
  • il verbo della terza persona plurale è uguale a quello delle persone singolari +no
  • prima persona plurale e seconda persona plurale tendono ad essere simili tra loro ma diverse dalle altre

 

Cosa succede agli altri verbi? Basta togliere loro le desinenze dell’infinito (-ARE, -ERE, -IRE) e aggiungere quelle del congiuntivo presente.

Ecco le desinenze del congiuntivo presente per i vari gruppi di verbi:

Verbi in -ARE Verbi in -ERE Verbi in –IRE (come «partire») Verbi in –IRE (come «finire»)
-i

-i

-i

iamo

iate

-ino

-a

-a

-a

iamo

iate

-ano

-a

-a

-a

iamo

iate

-ano

isca

isca

isca

iamo

iate

iscano

Esempio di verbo regolare in -ARE:

MANGIARE

Che io mangi

Che tu mangi

Che lui/lei mangi

Che noi mangiamo

Che voi mangiate

Che loro mangino

Esempio: Penso che tutti mangino la pizza perché è troppo buona.

Verbi irregolari (sia per radici che per desinenze) in -ARE:

ANDARE FARE STARE DARE
Che io vada

Che tu vada

Che lui/lei vada

Che noi andiamo

Che voi andiate

Che loro vadano

Che io faccia

Che tu faccia

Che lui/lei faccia

Che noi facciamo

Che voi facciate

Che loro facciano

Che io stia

Che tu stia

Che lui/lei stia

Che noi stiamo

Che voi stiate

Che loro stiano

Che io dia

Che tu dia

Che lui/lei dia

Che noi diamo

Che voi diate

Che loro diano

Esempi:

Penso che vadano al ristorante ogni sabato.

Non so se i miei amici facciano o meno un party per Capodanno.

Credi che Francesco stia ancora dal dentista?

Non penso che in quel negozio diano qualcosa in omaggio.

 

Esempio di verbo regolare in -ERE:

LEGGERE

Che io legga

Che tu legga

Che lui/lei legga

Che noi leggiamo

Che voi leggiate

Che loro leggano

Esempio: Penso che oggigiorno si legga sempre meno.

Verbi irregolari in -ERE:

TENERE MANTENERE
Che io tenga

Che tu tenga

Che lui/lei tenga

Che noi teniamo

Che voi teniate

Che loro tengano

Che io mantenga

Che tu mantenga

Che lui/lei mantenga

Che noi manteniamo

Che voi manteniate

Che loro mantengano

N.B. I verbi che terminano in -NERE al presente congiuntivo (proprio come al presente indicativo) prendono una g prima delle desinenze delle tre persone singolari e della 3 persona plurale!

Esempi:

Pensiamo che tu non tenga a noi.

Credi che un bambino così piccolo si mantenga in piedi da solo?

 

I verbi in -IRE tendenzialmente regolari possono seguire o la coniugazione del verbo “partire” o quella del verbo “finire“:

PARTIRE FINIRE
Che io parta

Che tu parta

Che lui/lei parta

Che noi partiamo

Che voi partiate

Che loro partano

Che io finisca

Che tu finisca

Che lui/lei finisca

Che noi finiamo

Che voi finiate

Che loro finiscano

Non sai come capire se un verbo segue “partire” o “finire“? Guarda la nostra video-lezione sul presente indicativo: lì troverai un ottimo trucchetto!

Esempi:

E’ possibile che Marta parta domani sera.

Pensiamo che la lezione finisca alle 17.

Verbi irregolari in -IRE:

USCIRE VENIRE DIRE
Che io esca

Che tu esca

Che lui/lei esca

Che noi usciamo

Che voi usciate

Che loro escano

Che io venga

Che tu venga

Che lui/lei venga

Che noi veniamo

Che voi veniate

Che loro vengano

Che io dica

Che tu dica

Che lui/lei dica

Che noi diciamo

Che voi diciate

Che loro dicano

Esempi:

È bene che tu non esca con questo freddo, potresti ammalarti!

Credo che vengano anche Marco e suo fratello in gita con noi.

Voglio che dicano la verità!

 

I VERBI MODALI

Infine, diamo un’occhiata al congiuntivo presente dei verbi modali italiani:

DOVERE POTERE VOLERE SAPERE
Che io debba

Che tu debba

Che lui/lei debba

Che noi dobbiamo

Che voi dobbiate

Che loro debbano

Che io possa

Che tu possa

Che lui/lei possa

Che noi possiamo

Che voi possiate

Che loro possano

Che io voglia

Che tu voglia

Che lui/lei voglia

Che noi vogliamo

Che voi vogliate

Che loro vogliano

Che io sappia

Che tu sappia

Che lui/lei sappia

Che noi sappiamo

Che voi sappiate

Che loro sappiano

Esempi:

Credi che debbano fare una pausa?

Non penso che possiate farlo.

Non so se Federica voglia partecipare al progetto.

Che voi sappiate, l’autobus è già passato?

 

IL CONGIUNTIVO PASSATO

Il congiuntivo passato si forma così:

Presente congiuntivo dell’ausiliare (essere o avere)Participio passato del verbo

Prima di tutto, vediamo il passato congiuntivo dei due ausiliari!

ESSERE AVERE
Che io sia stato/a

Che tu sia stato/a

Che lui/lei sia stato/a

Che noi siamo stati/e

Che voi siate stati/e

Che loro siano stati/e

Che io abbia avuto

Che tu abbia avuto

Che lui/lei abbia avuto

Che noi abbiamo avuto

Che voi abbiate avuto

Che loro abbiano avuto

Esempi:

Marco non è venuto: che sia stato trattenuto a lavoro?

Marco non è venuto: che abbia avuto un imprevisto?

 

ATTENZIONE! Ricorda sempre che:

  • in italiano, ogni ausiliare usa se stesso per formare i tempi composti (essere è ausiliare di essere, avere è ausiliare di avere)
  • quando usi l’ausiliare “essere”, devi accordare il participio passato al genere e al numero del soggetto!

Se cerchi la spiegazione del participio passato, guarda il nostro video su passato prossimo + participio passato!

 

Esempi di verbi al passato congiuntivo (ausiliare “essere” vs ausiliare “avere”):

ANDARE FARE
Che io sia andato/a

Che tu sia andato/a

Che lui/lei sia andato/a

Che noi siamo andati/e

Che voi siate andati/e

Che loro siano andati/e

Che io abbia fatto

Che tu abbia fatto

Che lui/lei abbia fatto

Che noi abbiamo fatto

Che voi abbiate fatto

Che loro abbiano fatto

Esempi:

Non credo che lui sia andato a Roma.

Pensiamo che tu abbia fatto bene a trovare questo nuovo lavoro.

 

Se non ricordi quali verbi prendono l’ausiliare “essere” e quali invece prendono l’ausiliare “avere”, guarda la nostra lezione qui!

Se vuoi scoprire come si formano i tempi imperfetto e trapassato congiuntivo clicca qui!

Se vuoi scoprire quando usare il congiuntivo clicca qui, invece se vuoi imparare i casi in cui NON devi usarlo clicca qui!

Impara ad usare correttamente i tempi del congiuntivo (e dell’indicativo), non perderti la nostra lezione sulla consecutio temporum: vai qui!

Vediamo se hai appreso i contenuti di questa lezione! Prova a fare gli esercizi!

Congiutivo presente ESSERE: che io
Congiuntivo presente AVERE: che noi
Congiuntivo presente TENERE: che lui
Congiuntivo presente ANDARE: che loro
Congiuntivo presente FARE: che voi
Congiuntivo presente MANTENERE: che lei  
Congiuntivo presente PARTIRE: che lui
Congiuntivo presente FINIRE: che io
Congiuntivo passato BERE: che voi
Congiuntivo passato VEDERE: che lui
Congiuntivo passato CAPIRE: che io
Congiuntivo passato ESSERE: che tu
Congiuntivo passato AVERE: che noi

10 thoughts to “Congiuntivo presente e passato (verbi irregolari, modali, ausiliari)”

    1. Ciao Vale! 👋🏻 Grazie per il tuo commento! Il numero degli esercizi è proporzionato all’argomento trattato nella lezione, però cerchiamo sempre di aggiornali e aggiungerne altri nuovi ☺️😊 Se hai altri suggerimenti o domande, non esitare a contattarci. Un saluto da Rocco e Graziana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.